Univ. di Roma “Foro Italico v/s Univ. di Lodz (2-3): il commento (8th European Universities Volleyball Championship)

Nello sport non si rimpiange, si gioca; e la nostra squadra ha giocato alla grande. I ragazzi di coach Ferrari sono scesi in campo contro la prima del girone (una delle favorite per la vittoria finale) e, pur sapendo di essere già fuori dal torneo delle prime 8, hanno disputato la seconda grande prova tecnica, atletica e di carattere perdendo per 2 a 3 (21/25, 21/25, 28/30, 20/25, 11/15). Sia la nostra squadra che gli avversari hanno attuato un parziale turn-over ed hanno giocato al meglio dei 5 set per un totale di oltre 2 ore di gara. Vinti meritatamente i primi due set, la svolta in negativo si è avuta al terzo set, giocato sul filo del match ball. Negli ultimi due set siamo calati fisicamente e mentalmente concedendo qualche punto in più di quello che i forti avversari comunque meritavano. Parlando dei singoli, ottima la prestazione dei centrali Vona e Sinibaldi, dei martelli Antonini e Trabona (coppia sempre più affiatata), molto bene il palleggiatore Daniele Grigioni e l’opposto Andrea Cancelosi. Antonella Ferrari è serena: “Stavolta siamo andati molto vicino a questa vittoria che ci sfugge; e proprio contro la prima del girone. Dopo i primi due set ammetto che ho creduto di farcela ma gli innesti dei titolari avversari si sono fatti sentire, anche se i nostri ragazzi sia sul piano caratteriale che tecnico non sono stati da meno”. Al telefono il capitano Angelo Antonini è senza voce: “L’ho persa per incitare la squadra che ha dimostrato ancora una volta grande grinta e voglia di vincere. Abbiamo sentito la stanchezza delle due ore giocate ieri sommate a quelle di oggi, ma mai come stavolta è sbagliato usare il termine sconfitta. Abbiamo ancora l’obiettivo 9° posto da giocarci domani. L’anno scorso ci è sfuggito per poco, dobbiamo rifarci e migliorare l’11° posto di Rijeka 2007”. Anche oggi la squadra dell’Università di Roma “Foro Italico” è stata la più acclamata dal pubblico che ci sta di fatto attribuendo il titolo di “squadra più amata”. E ora ragazzi, si va a giocare il torneo dal 9° al 16° posto; e ci andiamo a testa altissima!

f.a.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: