gli ipse dixit di Pechino 2008 – Clemente Russo: “Se perdevo con l’ucraino non facevo più pugilato”

Clemente Russo (dopo la qualificazione nella semifinale del pugilato e già certo come minimo della medaglia di bronzo)

“Questa medaglia la dedico a Laura, è il suo onomastico. Mi ha dato tranquillità, mi parla e mi convince dei miei mezzi, mi dice che sono il più forte del mondo, mi aiuta. Perchè a questi livelli siamo tutti lì ma un pugno ti può cambiare la nomea. Se perdevo con l’ucraino non facevo più pugilato. Io sono il campione del mondo e voglio fare come Pantani: lui ha vinto Giro e Tour, io voglio anche l’Olimpiade”.

da La Gazzetta dello Sport del 18/8/2008 articolo di Vincenzo Martucci

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: